home | mappa | contatti
italiano | english
link esterno, Ministero dei Beni e delle Attivit Culturali e del Turismo


sei qui: home \ luoghi archeologici: Avellino \ Atripalda \ Parco archeologico dell'antica Abellinum


Parco archeologico dell'antica Abellinum Aree archeologiche in Provincia di Salerno Aree archeologiche in Provincia di Avellino Aree archeologiche in Provincia di Benevento Aree archeologiche in Provincia di Caserta

 


ATTENZIONE: IL SITO È TEMPORANEAMENTE CHIUSO.

 

All'interno del Parco è possibile visitare la cinta muraria e alcuni edifici pubblici, quali l'anfiteatro e le terme, eretti in epoca augustea.

Lungo il percorso di visita si segnala, per la ricchezza dell’apparato decorativo, il complesso residenziale (domus) rinvenuto nell’area nord-orientale della Civita (ca. 2500 mq. di estensione) che, almeno nel suo periodo iniziale, apparteneva a Marcus Vipsanius Primigenius, liberto di Vipsanio Agrippa, genero di Augusto.

 

Dell’antica Abellinum sono noti alcuni settori delle necropoli situate lungo la maggiori strade extraurbane: le testimonianze più significative vengono dalla località Capo la Torre, dove sono state scavate sepolture databili dall’età romana imperiale al periodo tardo-antico.

 

Nella stessa località altre sepolture sono state individuate lungo i muri perimetrali della cripta della Collegiata di S. Ippolisto; secondo la tradizione questo luogo può essere identificato come lo Specus Martyrum delle prime comunità cristiane, che vi custodivano le spoglie e le reliquie dei santi. Nella cripta si conservano ancora oggi i sepolcri del levita Romolo e del vescovo Sabino (VI d.C.).